• Ledger ha rilasciato un nuovo aggiornamento per il suo software di gestione degli asset criptati.
  • Il software è ora dotato di Coin Control.
  • La nuova funzionalità aiuterà in ultima analisi gli utenti a prevenire gli attacchi di spolveramento.

Ledger Live, un software che permette agli utenti di gestire i loro asset e dispositivi crittografici da un’unica interfaccia, è stato aggiornato per prevenire gli attacchi di spolveramento con Bitcoin. L’ultimo aggiornamento presentava più opzioni che possono garantire la privacy degli utenti e la capacità di controllare le transazioni di criptovaluta in entrata o in uscita dai loro portafogli di criptovaluta.

Aggiornamento principale di Ledger Live

Ledger è la popolare azienda di portafogli di hardware per la crittovaluta dietro i portafogli Nano S e Nano X. In un recente annuncio, la società ha rivelato che il suo Ledger Live è stato equipaggiato con l’attesissima funzione ‚Coin Control‘ per Bitcoin Trader e il relativo prodotto derivato nell’ultimo importante aggiornamento del software, Ledger Live versione 2.11.1.

Attraverso la funzione Coin Control, gli utenti possono facilmente controllare tutte le loro transazioni che coinvolgono Bitcoin, e scegliere una maggiore privacy e un utilizzo ottimale delle tariffe. In ultima analisi, ciò consente agli utenti di non incorrere in attacchi di spolveramento della moneta criptata. In tali attacchi, gli attori malintenzionati invierebbero intenzionalmente minuscoli pezzettini di Bitcoin ad un bersaglio, irrompendo nella loro privacy e monitorando ulteriori movimenti della BTC dal portafoglio per un attacco futuro.

Molto di più su Ledger Live

L’attacco di spolvero Bitcoin è possibile grazie alla pratica First-in, First-out (FIFO) utilizzata per la transazione cripto, in base alla quale la maggior parte delle monete ricevute in precedenza (note anche come UTXO (Unspent Transaction Outputs)) devono essere spese per prime.

Tuttavia, gli utenti del Ledger possono ora scegliere l’indirizzo dal quale vogliono effettuare la transazione, grazie alla funzione Coin Control. In questo modo, essi possono scegliere di non utilizzare il minuscolo indirizzo BTCs ed evitare di essere rintracciati.

La società di portafoglio hardware ha inoltre annotato nell’annuncio che gli utenti saranno in grado di identificare le transazioni in entrata non confermate da transazioni sostituibili – cioè le transazioni Bitcoin che possono essere sostituite tramite il Replace By Fees (RBF). Questo può aiutare ad accertare quali transazioni sono realmente inviate o phishing via social engineering.